Come registrare la chitarra elettrica

Come registrare la chitarra elettrica

07 febbraio 2018

Che sia rock, pop, jazz, country o funk, la chitarra elettrica è la protagonista principale della musica popolare da oltre cinquanta anni.
Su YouTube puoi trovare un video che ti spiega alcune tecniche che ti permettono di avere le riprese migliori della tua chitarra, con qualsiasi set-up.

Di seguito, abbiamo riportato il testo, leggermente rivisto, di questo tutorial realizzato da uno dei product specialist di Audio-technica.

Per il classico crunch rock and roll un microfono per strumenti dinamico come l'ATM650 è la scelta ideale.
Ma dove va posizionato rispetto all’altoparlante del cabinet dell'amplificatore?
Devi sapere che puntando il microfono al centro dell’altoparlante si enfatizzano le alte frequenze, posizionandolo verso un lato del cono il suono sarà più scuro e con più bassi. Il consiglio che possiamo darti è di fare delle prove per trovare la posizione con il bilanciamento ideale per il tono che vuoi ottenere.

Per catturare la profondità e la brillantezza di un suono full range e per avere un tono più pulito, ti suggeriamo un grande condensatore: l'AE3000.


Molti amplificatori o cabinet per chitarra hanno una griglia in tela fissata permanentemente, quindi per posizionare nella maniera più precisa il tuo microfono davanti all'altoparlante, puoi utilizzare una torcia elettrica. In questo modo puoi illuminare la zona dietro la griglia di stoffa e controllare meglio la posizione del microfono rispetto al cono dell'amplificatore. Un piccolo suggerimento che ti diamo (e che avrai visto messo in pratica svariate volte nei live ai quali hai partecipato) è quello di segnarti la posizione ideale del microfono davanti all'ampli, con un piccolo pezzo di nastro adesivo.

Qualsiasi microfono a condensatore moderno dovrebbe essere in grado di sopportare il livello di un amplificatore per chitarra. Se l’amplificatore suona molto forte può darsi sia necessario allontanare il microfono a condensatore dall’amplificatore per evitare di sovraccaricare il preamplificatore microfonico.

Se devi riprendere un suono vintage e vuoi dargli un maggiore risalto, ti consigliamo di usare il microfono a condensatore cardioide AT4047/SV posizionandolo un po’ più lontano dall’amplificatore.
Se l’isolamento, del luogo in cui fai le riprese microfoniche, non è un problema, puoi anche provare ad allontanare leggermente il microfono dall’amplificatore per creare un senso di spazio ed aggiungere dimensione al suono.

Per scoprire tutte le possibili soluzione offerte da Audio-technica puoi visitare il nostro sito.