Aula magna Università degli studi di Palermo

Un suono più potente, più profondo, diffuso in maniera uniforme

Aula magna Università degli studi di Palermo

Sita all’interno dell’edificio 12 del Campus Universitario di Viale delle Scienze dell’Università degli Studi di Palermo, l’Aula Magna “Antonino Buttitta” (luogo dove lo stesso è stato docente e Preside), sin dalla sua realizzazione, si è contraddistinta per l’elevata qualità delle attrezzature tecnologiche in dotazione. Luogo nevralgico dell’Università degli Studi di Palermo, al suo interno si sono tenuti e si tengono tutt’ora alcuni dei più importanti eventi della storia dell’Ateneo e della stessa Città di Palermo.

Nel tempo, si è assistito ad una costante crescita del numero di ospiti presenti all’interno dell’aula e ad una variazione delle esigenze, essendo l’aula diventata Sede Principale degli eventi organizzati dall’area culturale delle Scienze Umanistiche. Per tale ragione si è reso necessario un rinnovamento delle dotazioni tecnologiche audio/video.

 

OBIETTIVI ED ESIGENZE

Nel mese di agosto 2019, grazie ad una programmazione triennale della Scuola S.U.P.C sui fondi destinati alle attrezzature ed agli impianti multimediali, ed alla competenza del personale tecnico amministrativo della stessa, si è potuto procedere con un profondo intervento di rinnovamento tecnologico con prefissati i seguenti obiettivi da raggiungere:

- suono più potente e più profondo, diffuso in maniera uniforme all’interno dell’aula, per garantire a tutti gli ospiti una qualità acustica professionale adeguata ai contenuti multimediali forniti dai vari relatori o ospiti eccellenti, rinomati professionisti del settore;

- adeguamento professionale dell’impianto audio a supporto delle performance strumentali e inerenti lo spettacolo;

- ottimizzazione della fruizione dei contenuti video multimediali in altissima risoluzione e fruizione da parte di ogni componente in sala di un sistema di visione adeguato al livello dei contenuti prodotti;

- integrazione di un sistema per la registrazione audio e video ad alta risoluzione degli eventi e la diffusione in streaming degli stessi, consentendo, nei frequenti casi di sovrannumero di partecipanti, di seguire l’evento da qualunque altra aula dell’Ateneo, abbattendo completamente i costi di realizzazione e manutenzione di impianti di videoconferenza, e, nei casi in cui i partecipanti siano impossibilitati a presenziare fisicamente, di poterli seguire tramite i più diffusi social da qualunque luogo si abbia accesso ad una connessione dati;

- garantire l’immediatezza e la facilità d’uso in autonomia per tutti gli utilizzatori provenienti da ambiti differenti.

 

SOLUZIONE

Dopo aver realizzato in 3D il modello dell’aula su piattaforma e aver calcolato le esigenze in termini di pressione acustica, livello luminoso del luogo, rifrazioni acustiche dovute ai materiali utilizzati all’interno dell’aula, possibilità e non di semplificazione di cablaggi per ottenere un buon risultato a minimo impatto visivo, dopo attente valutazioni delle soluzioni attualmente disponibili sul mercato e dopo una serie di approfonditi confronti fra i tecnici della struttura ed i partner coinvolti, si sono definite le attrezzature da acquistare.

Grazie al supporto dell'ingegner Simone Santarelli di Sisme, è stata individuata come migliore soluzione per quanto riguarda la dotazione audio, la fornitura di quattro coppie di altoparlanti HK Audio Elements E435 kit da installazione + E110 SUB A, che garantiscono potenza e qualità, controllati dal processore di segnale digitale Symetrix Jupiter 8 configurato per abbattere riverberi o ritardi.

Per quanto riguarda la dotazione video è stato fondamentale il ruolo di Screen Line SRL, azienda italiana leader nel design e nella produzione di schermi per proiezione, che con il loro NEW PROFRAME 294x165 con tela DIAMOND, hanno garantito la giusta resa cromatica e la giusta luminosità alle immagini proiettate.

 

Il lavoro è stato realizzato dal team della Powermedia SRL di Palermo che, oltre ad occuparsi della posa in opera delle attrezzature, ha integrato la dotazione aggiungendo uno schermo laterale da 82”, una matrice HDMI per la gestione e l’instradamento multicanale delle sorgenti video, implementando il sistema di acquisizione video in Full HD tramite videocamera professionale, fornendo PC, microfoni, cavi e tutto il necessario per soddisfare le esigenze espresse dal committente.