Convention della BCC alla Nuova Fiera di Roma

L-ACOUSTICS, trasparenza e dettaglio: le basi per un'ottima intelligibilità

Convention della BCC alla Nuova Fiera di Roma
Tecnologie

Diffusore KARA (45)

Subwoofer SB28 (16)

Diffusore SYVA (2)

Subwoofer SYVA LOW (2)

Diffusore 8XT (10)

Diffusore amplificato 108P (6)

La scorsa settimana si è tenuta, presso la Nuova Fiera di Roma, la convention 2018 degli oltre 1.500 dipendenti della Banca di Credito Cooperativo; una sfida importante dal punto di vista della realizzazione dell'impianto A/V in considerazione del numero dei partecipanti, della diversità degli eventi in programma e dell'area da coprire.

Le esigenze iniziali

Partiamo subito dagli aspetti critici che sono stati stati presi in considerazione dal gruppo di tecnici che con l'azienda di rental romana Fonomaster hanno portato a termine con successo questa sfida importante. Stiamo parlando di un hangar di 70 x 120 metri, all'interno del quale è stata "ritagliata"  l'area adibita alla convention, anch'essa molto ampia (più di 50 metri di larghezza per 25 di profondità) con un pubblico disposto su due livelli: un parterre e una tribuna. 

L'organizzazione, curata dalla nota agenzia capitolina THE LINE - Above ‘n’ Below, aveva giustamente espresso la necessità di un'ottima intelligibilità in ogni ordine di posto facendo presente che la serata avrebbe visto un momento dal carattere istituzionale, in cui sarebbero intervenute le massime figure dell'istituto di credito, al quale sarebbe seguito lo spettacolo d'intrattenimento affidato al bravissimo Christian De Sica e alla sua orchestra di 18 elementi.

La progettazione

Nelle settimane antecedenti il montaggio, è stata effettuata un’attenta progettazione con AutoCAD e SketchUp Pro. I dati sono stati poi esportati verso il software di L-Acoustics Soundvision per valutare la distribuzione dell’energia nella venue. Lo studio preliminare è stato condotto con i responsabili di tutti i settori (scene, video, luci e l’architetto che ha progettato l’evento) per affrontare le varie problematiche, tra le quali, ad esempio, il fatto che i cluster non dovevano ostacolare i fasci di luce dei video proiettori e i sub non dovevano essere a vista.
 

L'impianto audio

Per l'impianto principale, la scelta è ricaduta sul KARA di L-Acoustics che, come ci ha riferito il sound designer Giuseppe Barresi «ha grande trasparenza e dettaglio, qualità queste che si rivelano indispensabili per ottenere un'ottima intelligibilità. Il KARA inoltre ha un'eccellente capacità di distribuire l'energia in maniera estremamente omogenea grazie alla guida d'onda DOSC, ha un peso contenuto e, nel caso specifico, costituiva la soluzione ideale facilmente adattabile sia alla conferenza dove prevalente è il parlato, sia allo show finale con la voce di Christian De Sica e i 18 elementi della sua orchestra.»

Sul palco sono stati posizionati i diffusori coassiali 8XT, i 16 subwoofer SB28 sono stati invece disposti in array orizzontale e non hanno creato alcuna criticità nemmeno con la band davanti. Altra particolarità che lo stesso Barresi ha tenuto a sottolineare è che «tutti gli elementi dei cluster, con i 45 KARA, sono stati sospesi utilizzando una sola americana, soluzione che ha reso più semplice il lavoro del cablaggio.» Inoltre le tre regie audio (convention, show sala e show palco) hanno utilizzato come monitoraggio 6 diffusori amplificati da 8" 108P.

L'evento è stato anche un ottimo test per l'utilizzo dei nuovi diffusori "colinear source" SYVA di L-ACOUSTICS grazie ai quali è stato possibile coprire un’ampia zona costituita da due blocchi di sedute, restituendo chiarezza e dettaglio a zone che in genere restano un po’ scure e che i front fill riescono a coprire solo in parte.

 

Ringraziamo il Service Certificato L-ACOUSTICS, FONOMASTER nella persona del titolare Riccardo Giampaoletti, l'agenzia The Line nella persona del titolare Giulio Masini e l'ingegnere del suono Giuseppe Barresi per la cortese e competente collaborazione.