Come registrare la chitarra acustica

Come registrare la chitarra acustica

Alcune tecniche di base per riprendere il suono di uno degli strumenti più popolari.

08 febbraio 2018

Nelle più popolari forme di musica, uno degli elementi fondamentali è la chitarra acustica. Con poche tecniche di base potete catturare un’ampia gamma di suoni per qualsiasi stile.
Un piccolo microfono a condensatore a piccolo diaframma, come questo AT4041 è ideale per catturare l’attacco e la brillantezza della pennata sulla chitarra con corde in acciaio.
E’ puntato al 14° tasto, angolato rispetto al corpo, per catturare la brillantezza delle corde ed il corpo dalla tavola sonora.
Muovendo il microfono verso il manico si enfatizza la brillantezza dello strumento, Muovendo il microfono verso la buca si cattura di più il corpo.
Per un finger-picking più delicato abbiamo un microfono cardioide a condensatore AT4040 per catturare il colore ed il calore di una chitarra con le corde in nylon.
Di nuovo puntare il microfono dove il manico esce dal corpo è una buona posizione da cui partire.
Assicuratevi che il microfono sia abbastanza vicino allo strumento per non catturare troppo ambiente, ma non troppo vicino perché il suono diventa rimbombante.
Ora utilizziamo due microfoni per controllare in maniera attiva il bilanciamento fra la brillantezza ed i bassi.
Abbiamo il microfono cardioide a condensatore a piccolo AT4041 per la ripresa sul manico che cattura la brillantezza delle corde.
diaframma

Sul corpo abbiamo il microfono cardioide a condensatore AT4047/SV per arrotondare il suono del corpo.
Tenete i microfoni alla stessa distanza dallo strumento per evitare problemi di bassi ed aggiustate i livelli dei microfoni per creare il bilanciamento ideale secondo la parte, il musicista e lo strumento.

Un altro modo di ripresa è di usare una coppia XY di microfoni.
In questo caso abbiamo una coppia di AE5100 posizionati più o meno nella stessa posizione del singolo microfono. L’obiettivo non è necessariamente quello di avere un’ampia immagine stereo, ma un suono molto naturale e la possibilità di controllare il bilanciamento fra la brillantezza delle corde ed i bassi.